…MA TU CI CREDI ALL’INVERNO?

trasòlocoAbbiamo scoperto che l’atto di Affidamento al Cuore Immacolato dell’Italia non si è svolto il 1° Maggio ma qualche giorno prima….., era all’insaputa di tutti se non per gli addetti ai lavori, un evento registrato….
Viene, giustamente da chiedersi del perché, e sopratutto perché non lo si è detto chiaramente…. con molta probabilità si pensava che nessuno sollevasse osservazioni e distinguo che in queste ore si sono levate da un pò tutta l’Italia…. pensando che “una cosa vale l’altra…”! Peccato occasione mancata di sincerità e onestà… (quanto meno sotto il profilo umano…)…Pazienza!
Ma ciò che sta succedendo tra prese di posizione dure e risentite rispetto al sacro santo Diritto al Culto per milioni di cristiani, seguite da dichiarazioni concilianti e le trattative portate aventi dal nostro quartier generale, sorge spontanea una domanda che una volta le nonne ci facevano per farci comprendere la complessità a spiegare i misteri della vita, della presenza del bene aldilà del male….
Sono in partenza, per raggiungere la mia nuova destinazione in quel di Chioggia, dove a Dio piacendo inizierò una nuova esperienza pastorale a servizio della Chiesa particolare diocesana, e tanti pensieri mi balzano alla memoria….
Ricordate al domanda? “Ma tu ci credi all’inverno?
Poteva sembrare una boutade ingenua e paradossale a secondo dei punti di vista.
Per la mia nonna, acquistava un significato e un impegno profondamente cristiano.
Ossia, quella domanda mi poneva con forza una scelta, come era possibile credere all’inverno, preoccuparsene, in un tempo la primavera, mentre tutti erano in primavera e si era conquistato tutto il terreno, i colori, i profumi propri della stagione primaverile?
Ecco, amici miei!
Crediamo, penso, troppo all’inverno, ci scandalizziamo troppo del male e magari lo denunciamo con accenti drammatici perché non siamo abbastanza capaci di realizzare la primavera del bene! Non siamo capaci di occupare il terreno al posto del “nemico”.
Crediamo all’inverno, ci spaventiamo per gli innumerevoli insensati, perché non arriviamo ad essere, fino in fondo uomini e donne intelligenti.
Le tenebre? E noi, striminziti per il freddo, teniamo le mani in tasca! Mentre dovremmo accendere il nostro sia pur “piccolo” cerino di bontà, di buon senso, di coerenza…
Le cretinerie? E noi a preoccuparci, incerti, perchè non sappiamo più dove mettere il naso. Mentre dovremmo creare, prima di tutto dentro di noi, anzi spazi di “intelligenza”!
Insomma, l’inverno è anche colpa nostra!
E non sta scritto da nessuna parte, tanto meno nel Credo che recitiamo ogni domenica, che dobbiamo necessariamente credere e investire all’Inverno….
Io ci tento! Buona giornata!

2 commenti su “…MA TU CI CREDI ALL’INVERNO?

  1. Buon viaggio in quel di Chioggia e un grande “In bocca al lupo” per la nuova vita don Ermanno Donatella

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: