Schema per la preghiera penitenziale personale o familiare in Tempo di CoronaVirus.

«Siate lieti nella speranza, costanti nella tribolazione,
perseveranti nella preghiera»

(Rm 12,12).

Le parole scritte da San Paolo alla Chiesa di Roma risuonano lungo l’intera storia della Chiesa e orientano il giudizio dei fedeli di fronte ad ogni sofferenza, malattia e calamità.
Il momento presente in cui versa l’intera umanità, minacciata da un morbo invisibile e insidioso, che ormai da tempo è entrato prepotentemente a far parte della vita di tutti, è scandito giorno dopo giorno da angosciose paure, nuove incertezze e soprattutto diffusa sofferenza fisica e morale.
Affinché tutti coloro che soffrono a causa del Covid-19, proprio nel mistero di questo patire possano riscoprire «la stessa sofferenza redentrice di Cristo» , la Penitenzieria Apostolica, confidando nella parola di Cristo Signore e considerando con spirito di fede l’epidemia attualmente in corso, da vivere in chiave di conversione personale, concede il dono delle Indulgenze.
Laddove i singoli fedeli si trovassero nella dolorosa impossibilità di ricevere l’assoluzione sacramentale, si ricorda che la contrizione perfetta, proveniente dall’amore di Dio amato sopra ogni cosa, espressa da una sincera richiesta di perdono (quella che al momento il penitente è in grado di esprimere) e accompagnata dal votum confessionis, vale a dire dalla ferma risoluzione di ricorrere, appena possibile, alla confessione sacramentale, ottiene il perdono dei peccati, anche mortali (cf. CCC, n. 1452).

Ecco, allora, che nell’impossibilità di ricevere l’Assoluzione sacramentale, al fine di esprimere una sincera e preparata richiesta di perdono, metto a disposizione il seguente schema, ispirato dall’ufficio Liturgico della Diocesi di Carpi, che sentitamente ringrazio per predisporre un momento di preghiera in famiglia o da solo.

Buona preparazione….

Schema Penitenziale domestica o personale in tempo di Corona Virus
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: