Torto e ragione….

Holy communion

Se dici o scrivi parole rassicuranti, va tutto bene, sei bravo, intelligente, capisci le cose, sei un vero uomo di Dio. Ma se ti azzardi a mollare qualche ceffone, qualche parola dura da innamorato deluso, allora sei un fazioso, uno che ama la confusione, un demolitore, uno che fa il gioco dei nemici, sei una testa calda, un fautore di divisioni….
Signore, la gente ama la verità a patto che non sia scomoda, almeno per sé.
Chi sta in lato vuole sentire dire che la colpa è soltanto di chi sta in basso. Chi sta in basso pretende che dichiari che la colpa è tutta di chi sta in alto.
Nessuno vuole mettere in discussione se stesso. Tutti accettano di recitare il “confesso”….recitato però dal vicino. Tutti attenti a recitare il “mea culpa” che rimbomba però sul petto altrui…
Magari ti dicono: “Continui, mi raccomando, a cantarle chiare…., non abbia paura”…
Purché i destinatari della musica siano naturalmente gli altri….
Guai a toccare i fili dell’alta tensione delle proprie sicurezze, delle “rette intenzioni”, della propria “buona coscienza”, delle proprie “benemerenze”.
Se ti arrischi, e io l’ho fatto, ingenuo e magari sognatore trovi chi ti fulmina inesorabile con le calunnie più pesanti, o le insinuazioni più stupide.
L’umiltà va bene è necessaria, si dice….., ma predicata agli altri! Se punzecchi, se molli qualche giudizio i predicatori dell’umiltà, allora aspettati che ti mostrino denti, unghie e lingua.
Signore mio….che dire….. sto imparando che bisogna rispettare la pace delle gente, specialmente della gente che porta il clergyman….

Guai a disturbare, guai a sollevare polvere, anche se sotto la polvere ci sono i tarli e non di rado il marcio, la falsità, l’ambiguità.
Tutti amano la propria polvere che copre tutto. Nessuno deve azzardarsi a ficcare il naso nel loro giardino sistemato per benino.
In queste ore quanti: “Restiamo amici se mi assicuri che tutto va bene…”, anche se tutto va male….

Sia sincero, ti dicono, e tu ci caschi! E allora, come più volte mi è stato detto, ti buttano in faccia: “Ma chi credi di essere?”.
Sono stanco…. di troppe meschinità, di troppa ipocrisia, di troppa stupidità.
Mi viene voglia di buttare mouse, penna, taccuino nel Brembo (fiume a me molto caro…) dopo aver inviato a tutti, tranquillizzando amici e nemici, una sorta di circolare in cui assicuro di stare tranquilli e che tutto va bene….

Così non si può andare avanti Signore.
Non è giusto….è una situazione paradossale, assurda e insostenibile….

Dicevo e pensavo queste cose, con molta convinzione davanti a Gesù Eucarestia stasera….
E aspettavo che proprio Lui Gesù eucarestia mi desse ragione, mi confermasse che “non è giusto”, mi risarcisse dei torti subiti, delle angherie subite…..

Se avessi taciuto un istante, avrei sentito la Sua voce: “ragazzo hai ragione così non si può andare avanti. E allora accontentati di lasciarti inchiodare come me alla croce”.
Già, amici miei, mi sarei accorto che anche come Prete stavo bestemmiando…davanti e di fronte a Gesù Eucarestia….
Buona Serata!

2 commenti su “Torto e ragione….

  1. … d’accordo anche con Cicerone:
    ” mala tempora currunt,sed peiora parabunt”!😥

    "Mi piace"

  2. I FARISEI UNA CATEGORIA CHE NON SI ESTINGUE…….PREGHIAMO DIO CHIEDIAMO LO SPIRITO SANTO CHR CI AIUTI A RIMANERE SAMARITANI…… E CHE CI SCAMPI DAI PUBBLICANI
    FLAVIA

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: