San Giovanni Paolo II°: e la resistenza cristiana…

Papa_Giovanni_Paolo_II

“Tu però rimani saldo in quello che hai imparato e che credi fermamente”
(2Tm 3,14)

Le esortazione rivolta da Paolo al discepolo Timoteo riguarda, specialmente oggi, che celebriamo la Festa di san Giovanni Paolo II°, tutti noi! Si tratta in sintesi di essere fedeli a quella Parola resistendo a tutti quei tentativi che pretenderebbero farcela sostituire con altre parole, discorsi, lusinghe e stupidaggini varie, parole vuote non affidabili, anche se più seducenti, meno esigenti!
Non è questione di parole più o meno “opportune”, di circostanze più o meno opportune alla quale fare riferimento ma è alla verità.
Sarebbe bello, proprio oggi, che tutti gli uomini di questa Santa Chiesa, anche coloro che stante ai fatti sono reticenti, impauriti, si mostrassero capaci di “importunare” seriamente i cosiddetti personaggi che si ritengono intoccabili, senza essere afflitti dall’opportunismo dell’anonimato, di tipo diplomatico, secondo alcuni, in stile omertoso secondo altri!
“Rimanere saldi”,  dice Paolo, e ciò non riguarda solo l’ambito della fede e della cosiddetta fedeltà alla Parola, ma investe tutta la vita da credente, che tu sia prete o no!
E l’esempio di San Giovanni Paolo II° ne è la prova: Cristiano è uno Resistente! Una resistenza che il Santo Papa non ha  praticato solo nei momenti di emergenza, ma è stato “resistente” anche nei periodi di attività tranquilla, ossia quando “l’avversario” se ne stava  cheto, cheto nelle pieghe di un apparente benessere. Sono stati proprio in quei momenti che Lui ha dato il meglio di se stesso: momenti in cui i valori venivano minacciati, e la vita di tutti, nella sua dimensione di autenticità appariva in pericolo di estinzione.
Il credente “resiste” contro tutto ciò che toglie spazio alla libertà, che offende la dignità di ogni uomo, contro ogni fanatismo, intolleranza. Il cristiano che si arruola nella resistenza insegnata anche dai Santi, rinuncia a stare in posizioni tranquille, appoggi importanti, carriere facilitate…. Sa accettare, di far parte  di una minoranza che si oppone all’intruppamento collettivo, che vigila e sveglia dal sonno provocato con chiacchiere e pressioni varie! Non frequenta le strade più battute, anche se vengono offerte come corsie preferenziali, ma segue la geografia scomoda della solitudine…. Buona Giornata!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: