Nuovo e vigilanza…

generositàIl nuovo ci appare sempre come fonte di gioia come qualcosa che appaga i nostri desideri e le nostre attese.
Partiamo, anche oggi per un viaggio nuovo accompagnati dal paterno aiuto di Maria Santissima che ci porta a Gesù, che vuole condurci per mano a condividere il mistero dell’amore infinito di Dio. E’ inverno, crediamo che l’inverno sia una stagione morta, nel suo profondo è invece via e operosa, tanto che i semi gettati nella terra lavorano per mettere radici.
Ecco il senso di vivere questo periodo dell’Avvento: radicarsi nella fede. Distratti e magari assonati come siamo, vestiti di usanze anche banali, oggi avvertiamo un campanello che suona.
E’ un suono che ci toglie dal sonno, che ci sveglia. Non basta lamentarci di tanto male che ci è cascato addosso, non è sufficiente leccarci le ferite che ci portiamo addosso e non basta nemmeno sentirci in colpa per tutto il alle che c’è anche qui tra noi. Oggi dobbiamo prendere coscienza di essere nel pieno della notte del mondo, ma do non essere affatto figli di questa notte, giacché siamo chiamati a vegliare. Capitemi bene: essere svegli significa essere pienamente se stessi, attivi, responsabili attenti ai rumori e agli avvenimenti, con gli occhi aperti di una sentinella. Essere attenti a cadere nelle trappole persuasive che ci vorrebbero narcotizzare. Vegliare in questo periodo speciale dell’avvento vuol dire mettersi all’ascolto di Dio con la sua Parola, una parola che ci toglie di dosso il torpore, la sonnolenza, la compiacenza di noi stessi, iniettando dentro di noi la fame e la sete di un più che ha il sapore e la fragranza dell’eterno. attraverso queste Sante Messe non arriveremo al natale di Gesù, ma sarà il Natale di Gesù che arriva dentro di noi. E allora ci sentiremo “nati di nuovo”, e sarà bello giacere, riposarsi alla culla di Betlemme, insieme al Figlio di Dio che si è fatto uomo per farci essere come Lui.  Buona Giornata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...