ASCOLTACI O ASCOLTAMI…..?

….Amare come se stessi…. Certamente! Ma dimenticando se stessi!
L’amore si voglia o no, comporta una dimenticanza, un rinnegamento di sé! È questo il paradosso cristiano. L’amore, indubbiamente, secondo la conclusione dello scriba “val più di tutti gli olocausti e di tutti i sacrifici”, ma non può mai prescindere dal sacrifico di sé, del proprio egoismo, dalla ricerca delle proprie comodità. La precarietà di un certo amore, oggi, dipende precisamente dalla ripugnanza che molti provano a legarlo al sacrificio. Ci si illude di trovare e conservare l’amore sul versante della facilità, seguendo le voglie e gli istinti, evitando scelte coraggiose e dolorose….