Mese: settembre 2018

Sorridere al buio….

E anche quando il panorama che si presenta davanti ai nostri occhi risulta piuttosto piatto e perfino squallido, in esso grazia anche alla presenza degli Angeli, non manca mai un elemento, una scheggia di gioia, sia pure avvolta in un’odiabile crosta grigia che giustifichi un apprezzamento.

Giustizia!?

Ma quando ci chiediamo “che cos’è la giustizia”, diventiamo dubbiosi. Perché la stessa cosa par giusta all’uno e ingiusta all’altro, in un conflitto infinito dove l’interesse individuale cerca vittoria, e può chiamare diritto un sopruso. “Mors tua, vita mea”…..

Decidere….

Decidere è convogliare la nostra forza e le nostre scelte verso un obbiettivo. De-cidere vuol dire proprio tagliare, tagliare via, far accedere”. Decidere è tagliare l’albero, una volta caduto, tagliato, non si può più tornare indietro.

Essere al proprio posto!

Muoviamo passi in ogni direzione, siamo disponibili ad ogni sperimentazione anche a livello umano, morale, ci avvolgiamo nel rumore…. per non “udire” i passi di Dio. Ostentiamo sicurezza, disinvoltura, spavalderia, proprio perchè abbiamo paura di Lui. Andiamo a cercare tutto, e tutti, “gli altri”, precisamente per non farci trovare da Lui. Siamo sempre “occupati” per non doverlo ascoltare!

Azione…..

Bell’insegnamento per ciascuno di noi discepoli o supposti tali. Discepolo vuol dire colui che impara. Impara da tutto e da ogni cosa. Imparare vuol dire esser cristiani, esser discepoli del signore che tramite la Vita ci insegna. “E cosa devo imparare?” “Da tutto!”. Guarda le persone, le situazioni e osserva invece di giudicarle guardale, conoscile e impara!