Giona (2): TESTA CI VUOLE TESTA!

CAMPO ACR4-11 AGOSTO 2018BIENO (TN)La preghiera di Giona è senz’altro una bella preghiera sia nella forma che nei contenuti. Spiace rilevare che però questa preghiera non è sua, ma ricavata tale e quale dal “manuale” per dispensarsi dalla fatica di inventarne una propria, che l’avrebbe costretto a tirar fuori parole che il profeta tiene dentro.,
E non è così che si fa, in una circostanza particolare come quella. Non si bara con il Signore, mai tantomeno nella preghiera. In essa, non troviamo la minima allusione alla sua fuga. Come se parlasse un altri. Sì quella preghiera può essere recitata da qualsiasi altro, indifferentemente.
Quante assonanze con le nostre tante, risapute preghiere. Una preghiera che colloca chi prega davanti a Dio, facendo finta che tra lui e Dio non ci sia qualcosa di chiarire. Come se tra loro non ci fosse stato nulla, tutto sia andato liscio. E invece ci sono dei conto, e quali conti, in sospeso.
Parole come “perdonami”, “scusami”. Niente di tutto ciò e per Giona e per tanti di noi!
Una cosa possiamo dire e dichiarare solennemente: è difficile essere sinceri con Dio, perché non siamo sinceri con noi stessi!
Guai quando la preghiera diventa sonnifero, alibi, e ci fa scansare le questioni scottanti che ahimè sono e rimangono questione mai affrontano e risolte specie e nei confronti di Dio!
 Una preghiera che ci pone la questione seria di trasformare farsi, formule in parola. E perdonatemi la franchezza ha diritto di parlare solo chi ha imparato ad attendersi una nuova vita grazie all’azione e alla pedagogia di Dio.
Una pedagogia che è bene diversa rispetta alla nostra pedagogia, alle nostre formule ma che richiede comunque un cuore aperto, ospitale.
Giona ha accettato la liberazione e si è preparato alla grande. “impossibile” missione, dopo aver sentito, per così dire, una sentenza di morte più che meritata, e ha espresso nel grido di aiuto la sua fiducia nel Signore. Lì ha veramente pregato. Una liberazione e una salvezza che superano il piano privato e personale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...