…osservare per non lamentarsi!

images-14Fa specie notare come noi umani non siamo capaci, talvolta,  di gioire di quello che abbiamo ma sempre ci lamentiamo per quello che non abbiamo e/o che potremmo avere! Anche il popolo di Israele dapprima ha sperimentato la schiavitù e ha gridato a Dio perché lo liberasse: prontamente ecco sorgere Mosè, uomo coraggioso, capace di convincere il Faraone a lasciare libero il popolo di Dio! Finalmente libero potrebbe godere delle possibilità nuove che ha davanti e invece ricorda il passato e si lamenta della mancanza di cibo! Ancora Mosè intercede e Dio manda dal cielo la manna. Dura poco la riconoscenza per il dono ricevuto… «gli Israeliti ripresero a piangere e dissero: “Chi ci darà carne da mangiare?”». Mai contenti… mai capaci di riconoscenza… mai sazi… Quanta gente vive così! Sempre con la lamentela sulle labbra… sempre a recriminare su tutto… Eppure abbiamo in abbondanza di tutto e di più!
“Guardate come crescono i gigli dei campi”, l’invito riportato dall’evangelista Matteo. Un fiore “confezionato” e cresciuto in una serra ha tutto prestabilito: seme, calore, acqua e concime….nel campo invece tutto è lasciato alla provvidenza, ma la differenza è enorme: un fiore di serra prende la vita come qualcosa di “dovuto”, un fiore di campo è comunque “dono”. Impegniamoci in questo giorno a ringraziare per tutto quello che abbiamo… Buona giornata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...