A Pasqua sono invitate sia Marta che Maria…

In questi giorni che ci dividono dalla Pasqua di Resurezzione, mi viene spontaneo. come sacerdote chiedermi se effettivamente e realmente ci stiamo preparando ad accogliere nella sua pienezza il significato della Ressurrezzione, e quello che essa dovrebbe rappresentare per ciascuno di noi.
Chi mi conosce e ha partecipato alle mie catechesi sulle 10 parole sa che sono molto legato a due personaggi emblematici come Marta e Maria, che rappresentano nella totalità il nostro modo di agire, gli atteggiamenti che spesso e sovente ci “dividono”.
Marta che si caratterizza per i brontolamenti, Maria per il suo stupore….
L’attegiamento di Maria che è un atteggiamento che riceve, sa ascoltare, sa accogliere e sa stupirsi viene determinato da una scelta…una scelta che è richiesta a ciascuno di noi di fronte all’evento della Pasqua. L’amore esclude la “costrizione”. Non ci può essere amore senza libertà. Ma questa scelta implica la capacità di offrirsi, non appartenersi, abbandonarsi. Secondo il giudizio di Gesù, Maria ha indovinato, nell’incontro con Lui, la posizione giusta, ha scelto subito, d’intuito, la parte migliore che nonostante tutto i non è affatto comoda: risulta infatti molto più facile agitarsi che “capire”. Marta, purtroppo, che non intende lasciare mancare nulla all’ospite, che ha la presunzione di arrivare e di gestire tutti o, lascia mancare “l’unica cosa necessaria”. Insomma chiediamoci: che cosa vuole il Signore?
Il problema è proprio questo: scoprire, di volta in volta, perchè si tratta di una scolaretta che non può essere fatta una volta per tutte, che cosa vuole il Signore da ciascuno di noi. Ma se non ti fermi, se non hai tempo di ascoltare, di fare le cosiddette “pulizie” di Pasqua, se continui ad essere esagitato e a impartire ordini invece di riceverli da Lui non comprenderai mai qual è, realmente la volontà di Dio.
Al centro del tuo cuore c’è la possibilità di ospitare la Luce, il Risorto, o c’è solo la “Marta”? Buona Giornata e buon Mercoledì Santo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...