Mese: dicembre 2017

…Per un nuovo inizio!

….Come sempre pregare Dio per diventare saggi è come imboccare la via meno battuta.

Natale: imparare a ricevere….

La nostra vita, la mia in particolare, è intessuta di molteplici prossimi arrivati fino a me e che spesso noi, io abbiamo dimenticato. Spesso ho dimenticato e abbiamo dimenticato di amare coloro che si erano avvicinati noi.

Natale…tempo di delicatezza!

La nascita di Gesù nella povertà più assoluta ci deve convincere che l’uomo si spezza facilmente. Un cuore si rompe facilmente. Non si avverte neppure uno scricchiolio all’esterno. Un proverbio arabo ammonisce: è l’ultimo filo di paglia quello che spezza la schiena al cammello”.

Scandali e Natale!

il Natale è lì a richiamarci  all’esigenza di conoscere spazi di preghiera nell’ambito della nostra vita quotidiana. la casa , il luogo di lavoro, la strada e il tempo della festa, tutto può essere vissuto con attenzione.

Profondità

…bisogna entrare in profondità, e profondità è silenzio, vuoto, pace, è presenza nell’assenza. Profondità è chiarezza oltre il superfluo; è trovare luce oltre le ombre più scure; è trovare amore oltre ogni esperienza. E’ fede…..