bene e male….liberaci dal maligno!

ilbeneeilmaleC.S.Lewis, grande scrittore e pensatore  rispetto al demonio afferma: “Ci sono due errori uguali ed opposti nei quali la nostra razza può cadere nei riguardi dei diavoli. Uno è di non credere alla loro esistenza, l’altro è di credervi e di sentire per essi un amore morboso, eccessivo non sano. I diavoli sono contenti di ambedue gli errori e salutano con la stessa gioia il materialista e il mago”.
Questo è il preambolo necessario alle tante mail che mi sono arrivate e che riguardano i miei precedenti posti circa, la liberazione, guarigione, il male. Attenzione alle esagerazioni e da una parte e dall’altra!
Gesù da’ per scontato la presenza del demonio, del nemico, o dei nemici, Gesù delinea addirittura una gerarchia all’interno di queste potenze personali di male in cui c’è un capo che è satana, il nemico, Belzebul e ci sono dei demoni sotto questo capo: e questa è la prima difficoltà per il nostro oggi, perché tra persone educate, tra persone intelligenti, è meglio non parlare più di demonio o demoni.
Tra persone mature, equilibrate, il demonio, i demoni rappresentano o vorrebbero rappresentare il retaggio di superstizioni medievali dove naturalmente questo termine è sempre assolutamente negativo. Al massimo si può parlare di psicosi, di proiezioni a seguito di traumi infantili, di questioni psicologiche irrisolte, ma di demonio…non scherziamo! Non si può tra persone per bene parlare di demonio. Invece no!
Gesù, e non qualche prete fissato, dà per scontata l’esistenza di questo nemico che è forte. Il demonio però, appare chiaro nel Vangelo, non può restare alla signoria di Cristo. Il Regno di Dio cioè si presenta come questa signoria, questa regalità di Cristo sul demonio, non c’è proprio partita!! Lui ne esce sempre sconfitto!
In tutto il vangelo il demonio esce sconfitto immancabilmente di fronte all’azione della regalità di Cristo. Questa dovrebbe fare sparire ogni forma di manicheismo che è un altro grosso rischio cioè fare del demonio una forza “uguale” a Dio, come se in realtà fosse una divinità! Questo non fa parte del nostro bagaglio di fede! Per la nostra fede esiste il demonio, che è una creatura di natura angelica che ha una forza particolare, però, si dice chiaramente che non  è Dio, il demonio non è Dio e chi è unito a Cristo partecipa alla vittoria di Cristo sul demonio.
Dio ci ama più di quanto il nemico ci odia e Dio è Dio ed egli non può nulla contro Dio quindi nessun manicheismo, lotta eterna paritetica tra Bene e Male, non è nella nostra fede.  Bisogna allora sposare l’attenzione sul “come” il demonio lavora. Diceva un ragazzo in una frase che l’aveva colpito: “Meno si teme l’azione del demonio nella nostra vita più si è esposti al rischio di rimanerne vittime”. E’ una di quelle affermazioni davanti alle quali ho detto, e dico che è questa la nostra esperienza. Il demonio èmenzognero, è contro Dio, il demonio è in azione per deformare il volto di Dio, la gratuità di Dio. La tentazione accusa sempre Dio, mette in dubbio la gratuità di Dio. Riflettiamo allora sull’invocazione contenuta nel finale del Padre Nostro, dove non è liberaci dal male, il testo greco dice liberaci dal malvagio e quindi questa non è una semplice affermazione ma è una invocazione. Cioè nella preghiera fatta con costanza, il Signore ci invita comunque a dire e a ridire liberaci dal malvagio, per partecipare alla sua Vittoria…. Buona Giornata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: