Propositi….

proponimentoA che serve porsi e proporsi dei propositi? Beh una domanda che certamente ci siamo fatti una miriade di volte. Sopratutto quando nella realtà di tutti i giorni ci si accorge di essere “in debito” con gli stessi, quando ci si rende conto che nella vita ci limitiamo a fare delle commedie, e se il proposito è o ha a che fare con Dio, il tutto sembra una grossa presa in giro! Penso, però, che il vero ruolo o funzione del proposito, non è tanto il risultato pratico, quanto piuttosto il mantenersi vigili, attenti, in una prospettiva evangelica, cioè essere vivi dentro e desiderosi dell’incontro con lo sposo, quando Egli tarda ad arrivare. Mantenere vivo il desiderio, perché la Sua presenza, vale di più dei risultati che riusciamo a raggiungere. Bell’impresa!!
Certamente bisogna evitare il pericolo di lasciarsi fermare dalla prima reazione, che in genere è di orgoglio, abbattimento, timore, protesta, ma insistere nel credere che la gioia non viene dalla vittoria umana, dall’aver a tutti i costi adempiuto al proponimento, ma dal poter ricorrere sempre a Gesù che ti accoglie a braccia aperte, anche “settanta volte sette” al giorno!
E’ importante lasciare che sia Lui ad amarci e non noi a pretendere di aver finalmente imparato a farlo attraverso i nostri  mille proponimenti; le miserie e gli insuccessi fanno parte del gioco di Dio, perché ciascuno scopra che la santità non è miglioramento nostro, ma dono per chi lo chiede e nel momento in cui lo chiede.
Prima di diventare esultanza, il proponimento riuscito o meno attraversa anch’esso un deserto dal quale Dio è apparentemente assente, ma che è l’anticamera obbligatoria di ogni azione cristiana. Sarebbe inutile volerselo risparmiare. Non esiste una scorciatoia per raggiungere Dio, né una preghiera senza fatica, senza attesa, senza un’umile pazienza che non ha fine…lo si voglia o no!
Se si comincia a leggere, la Sacra Scrittura tutto si collega in una serie di rimandi meravigliosi a questa presenza che ci aiuta a tenere “fede” ai nostri proponimenti grazie al suo aiuto…. resta solo da ripetere con fede, ogni giorno, in mezzo alle vittorie o alle sconfitte: «Signore vieni a salvarmi» oppure «Dio vieni presto in mio aiuto» o anche: «Io credo, ma Tu aumenta la mia fede» o «Insegnami a pregare»… Buona Giornata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: