….Buon mattino con la preghiera?

foto-felicitàNon ci avevo più fatto caso, forse per abitudine o cos’altro, ma essendo inserito in gruppi di WhatsApp sin dal mattino presto ricevo una marea di messaggini di buona giornata, di immagini, di testi sacri e chi più ne ha più ne metta, che talvolta hanno il solo pregio di impallare il telefono, il quale dicono però l’attenzione all’altro, a chi hai conosciuto magari in un pellegrinaggio, in un  viaggio in una chat…
In realtà fra tanti di questi messaggi, passa e riesce a passare anche il Signore…., un Signore che ci cerca…
Non tutti abbiamo un bioritmo vivace in quelle ore… ehm… Forse la spiegazione è nel fatto che solo di mattina, si imposta la giornata? O che il primo pensiero rivela dove è veramente il nostro cuore, di quale realtà o persona o cosa… non potremmo mai fare a meno o da quale non riusciamo a prescindere?
Ci sono donne e uomini con il cuore nei vestiti,  cioè che appena sveglie hanno un solo pensiero: come mi vesto, oggi?, altre che hanno il cuore in cucina: e quindi, la domanda è: cosa cucino,oggi?
Sarebbe opportuno, per tutti, e non solo per noi preti, partire ogni mattina con il piede giusto, mettendo subito nel cuore qualcosa di positivo, trovato nella preghiera e nella lettura della Parola.
E’ qui che ci giochiamo una bella o una brutta giornata….: la “notte” e ciò che porta con sé come simbolo, sarebbe una questione da approfondire, e che spesso rifuggiamo forse perché ci sentiamo talmente avvolti dal buio delle nostre situazioni da non credere davvero che Dio sia luce o che sia davvero presente. Ogni nostro nervosismo, ogni tristezza, è legata alla mancanza di visione che “vada oltre” e che si affidi A Lui!
Pensiamoci bene: è in questo affidamento che cambiamo il corso della giornata!
Spesso aspettiamo un Dio che dia una soluzione alle nostre difficoltà e, siccome la soluzione tarda o non arriva, subito ci domandiamo se cercare altro e ci scoraggiamo per l’attesa. Ci è impossibile gioire.
Gioiamo, nonostante le difficoltà nella preghiera, acquistiamo la dimestichezza e la sfrontatezza che è tipica dei bambini rivolgendoci e augurandoci una buona giornata attraverso la preghiera: ringraziando il Signore per le nostre fisse, le nostre ossessioni, le nostre stramberie. Ringraziamolo pure per i pensieri bassi, stupidi, inutili. Ringraziamolo per le nostre tante emozioni incontrollabili e pazze che ogni tanto vorrebbero prendere il comando della nostra vita e ringraziamolo pure per tutte le qualità che ci ha donato… così bene impastate ai difetti che non posso guardare le une senza vedere gli altri. Nel ringraziare troviamo così il gusto di augurarci una Buona e Santa giornata!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: