Amore di Dio

Il comando di “amare il prossimo” è comprensibile al mondo intero: praticamente ogni uomo intuisce la verità di tale comando, anche se poi fa fatica a realizzarla nel quotidiano… Il comando, invece, di “amare Dio” risulta essere molto più lontano dalla sensibilità! Soprattutto se si pensa che non è sufficiente amarlo normalmente: il vangelo chiede di amarlo “con tutte le forze, con tutto il cuore e con tutta la mente”! Chi di noi vive questo impegno radicale? Credo che l’impegnatività dell’amore verso Dio sia legata all’inclinazione profonda dell’uomo ad amare le cose più immediatamente rispondenti ai suoi bisogni… Dio è oltre il bisogno! L’amore a Dio chiede una uscita da sé radicale! Se nel prossimo amato vediamo una sorta di tornaconto immediato, nell’amore a Dio si fa l’esperienza della totale “inutilità”! Eppure quanto qualifica l’amore al prossimo l’amore per Dio! Non per nulla viene prima ed è la pre condizione per un amore autentico!

Un commento su “Amore di Dio

  1. Possiamo parlare della difficoltà di amare il prossimo e Dio allo stesso modo a causa del nostro egocentrismo,Eppure pensandoci bene si potrebbe come dire…prendere due piccioni con una fava sola!! perché amare il nostro prossimo, E’ amare Dio.Se pensiamo che negli occhi del nostro fratello vediamo quelli del Signore è presto fatto!!Meditate gente,meditate.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: